Thelonious Monk – Rhythm a Ning

E’ noto come la struttura armonica di I Got Rhythm di George Gershwin sia stata utilizzata centinaia di volte nel jazz come canovaccio di riferimento per la sovrapposizione di un gran numero di temi originali, soprattutto nel periodo be-bop.

Tra tanti capolavori di Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Tadd Dameron, Bud Powell, Sonny Rollins, spicca per originalità nell’uso dei rhythm changes di I Got Rhythm, uno dei brani più celebri di Thelonious Monk: l’idiosincratica Rhythm-a-ning. In questa bella versione eseguita ad Amsterdam nel 1961, Monk è accompagnato da Charlie Rouse al sassofono tenore, John Ore al contrabbasso e Frankie Dunlop alla batteria, tutti musicisti capaci di entrare in sintonia con un leader mai prevedibile, difficile da seguire nel suo erratico percorso ritmico costellato da accenti spostati, ritardi, silenzi, nel suo approccio “cubistico” alla materia musicale, scomposta e ricomposta, spostando e moltiplicando continuamente i punti di vista.

About Alessandra Gaeta

Giornalista freelance