Come risparmiare sulla bolletta del gas

freddo città neve

Fa freddo, alziamo il riscaldamento? E quanto ci costa?

In media, in Italia, una famiglia può spendere all’anno oltre 2000 euro per il riscaldamento. Al Nord il consumo di gas è sei volte di più rispetto al Sud: in Emilia Romagna, per esempio, che è la regione con consumo domestico più alto di tutta l’Italia, si toccano i 1000 metri cubi e oltre di gas pro capite, mentre in Sicilia e in Calabria ci si ferma ai 150 metri cubi.

E’ difficile valutare le offerte dei diversi operatori presenti sul mercato e scegliere la tariffa migliore e più conveniente per le proprie esigenze, ma ci sono dei piccoli accorgimenti che possono far risparmiare e che spesso vengono sottovalutati.

<


>

Come risparmiare sulla bolletta del gas:

  1. Una normativa regionale, il DPR 412/1993, stabilisce che la temperatura ottimale per ambienti salubri e confortevoli è di 20 gradi centigradi. Alzare di più il riscaldamento non solo aumenta i costi in bolletta del 7 – 8 %, ma non fa bene alla salute. Tra l’altro ogni ambiente della casa, dove si svolgono attività diverse, dovrebbe avere una temperatura differente (vedi tabella in fondo) quindi sarebbe opportuno installare un sistema di regolazione in ogni locale con valvole termostatiche che consente di ridurre la spesa fino al 15%.
  2. Eseguire regolarmente il controllo e la manutenzione dell’impianto di riscaldamento è un obbligo di legge, ma una caldaia sporca e non efficiente aumenta il consumo di gas anche del 30%.
  3. Spurgare l’aria dai radiatori aumenta l’efficienza del sistema di riscaldamento, migliora il calore e di conseguenza fa risparmiare.
  4. Se i radiatori sono posizionati sotto le finestre, inserire dietro del materiale isolante per non far disperdere il calore dovuto alle pareti fredde (vedi video).
  5. I termosifoni, si sa, non sono belli a vedersi, ma sarebbe opportuno non nasconderli dietro griglie di legno o tendaggi troppo lunghi perché l’aria deve circolare liberamente e si può risparmiare fino al 40%.
  6. Limitare la dispersione del calore tamponando eventuali spifferi. La conservazione dell’aria calda è fondamentale per il mantenimento della temperatura ottimale, quindi sarebbe una buona idea pensare a un investimento mirato sugli infissi vecchi.
  7. Durante la notte spegnere il riscaldamento o abbassare il termostato.
  8. Non tenere il riscaldamento acceso quando in casa non c’è nessuno o quando si aprono le finestre per cambiare l’aria delle stanze, che è buona regola per mantenere un ambiente salubre. Questo per evitare un inutile spreco di calore.
  9. Se è previsto un intervento sull’impianto, scegliere una caldaia ad alta efficienza che consuma meno.
  10. Leggere periodicamente il contatore del gas per capire quanto si può risparmiare seguendo questi piccoli accorgimenti.

About Alessandra Gaeta

Giornalista freelance