Dal blog da Gran Canaria: per chi vuole lavorare, c’è posto per tutti

pizza

Non so! Non lo so! Il dubbio incombe alle ore 3,21 di mercoledì TRE MAGGIO 2017!

Mi sveglio pieno di dubbi esistenziali, eppure dovrei essere abbastanza soddisfatto di me stesso, tanto più dopo che oggi ho conosciuto due giovani fratelli calabresi molto simpatici, titolari e operativi ciascuno di loro in una delle due pizzerie aperte in Gran Canaria, al Tablero e a Ingenio, località quest’ultima un po’ al nord ed un po’ all’interno dell’isola, dove con un’amica ho  mangiato una pizza preparata da un pizzaiolo, dichiaratosi napoletano, pur se in realtà di Salerno!

Strano paesino che mi ha ricordato quasi quelli sardi non sul mare e dove, per esempio, il titolare mi ha riferito che si vive davvero con poco, potendosi trovare case di due o tre stanze ed accessori in affitto a 300/400 euro mese! Paesino (o cittadina che dir si voglia) dove, sempre a suo dire, vivono numerosissimi italiani anche, appunto, perché attirati da quei bassi prezzi! In Gran Canaria loro da circa 4 anni; la prima pizzeria aperta al Tablero da circa due anni e la seconda a Ingenio sulla spinta dei numerosissimi clienti che vi si recavano pur abitando ad Ingenio o a Vecindario!

La pizza era abbastanza buona  (nel senso che è stata quella più vicina al mio gusto napoletano!) ma già poteva essere molto migliore, per stessa ammissione del pizzaiolo, poiché, giorno di chiusura il lunedì, il martedì la pasta non riesce a completare le 60 ore necessarie per lievitare al meglio!

Come spesso accade in simili casi io ho cercato anche a loro di spiegare il segreto per avvicinare la riuscita alla vera pizza di Napoli, segreto svelatomi dal pizzaiolo della famosa e antichissima “Pizzeria Gorizia” sita  sulla collina del Vomero a Napoli (con i titolari miei carissimi amici, uno dei quali, Antonio, mi ha anche promesso che sarebbe venuto a trovarmi e che in un certo momento, scherzosamente ma non troppo, corse il rischio di essere promotore con me, lui Presidente, di un movimento/partito dei pizzaioli in occasione di elezioni amministrative a Napoli. Poi la proposta svanì quando io abbandonai definitivamente la città poiché sarebbe stato solo mio il compito di coordinare le operazioni con tutti i suoi amici e conoscenti pizzaioli della città).

Segreto di far bollire l’acqua per l’impasto la sera prima, cosa che mi hanno promesso faranno per me (e quindi solo per due pizze?!?) quando la prossima settimana li avvertirò che vado, ovviamente non di martedì per la questione delle 60 ore per cui mi sorge improvviso il dubbio che le cose non si possono conciliare e domani li chiamerò per chiarire la situazione!

Dicevo all’inizio che dovrei essere abbastanza soddisfatto di me perché, a parte altre considerazioni e valutazioni sulla mia vita, sono sembrati davvero sbalorditi nel conoscere la mia età, sicuri che avessi invece più o meno quella del loro padre, che viene spesso a trovarli e che ha, se ho ben capito, circa 70/72 anni!!!

In realtà, dopo l’argomento banche spagnole avevo detto essercene un secondo ancora più importante di cui volevo parlarvi e precisamente quello delle farraginose e incerte (almeno così mi sono apparse finora a seguito di contatti avuti con più persone che, sentiti amici già qui residenti da tempo e le loro interpretazioni sui consigli ricevuti da vari commercialisti, mi hanno riferito cose ogni volta diverse) norme fiscali applicabili o applicate in queste isole in genere ma soprattutto per i lavoratori autonomi!

Ricordando a tutti che le aliquote fiscali sui redditi sono ben diverse e maggiori rispetto a quelle richiamate in alcuni siti che propagandano i vantaggi di un trasferimento (a parte quello indubbio del clima con conseguente inesistenza di oneri per il riscaldamento!) confermo che spesso quelle aliquote si riferiscono solo alla imposizione LOCALE alla quale SI AGGIUNGE quella NAZIONALE di importo quasi uguale! Ci sono però importanti detrazioni e, per i lavoratori autonomi, facilitazioni fiscali che in questi giorni proverò ad approfondire con più di un commercialista del posto e vi riferirò!

Chiudo alle ore 4,25 canarie e tento di riaddormentarmi!!!

About Alessandra Gaeta

Giornalista freelance

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress spam blocked by CleanTalk.