Quante volte abbiamo detto: non accettare caramelle dagli sconosciuti?

“Non accettare caramelle dagli sconosciuti”.

Quante volte da bambino mi sono sentito ripetere questa frase dai mei genitori senza però, in realtà, che ciò avvenisse mai. Sì perché all’epoca la raccomandazione, che ci veniva fatta ogni volta che uscivamo da soli, aveva la finalità di preservarci dai malintenzionati.

Oggi tutto è cambiato. Le persone vengono uccise per strada per motivi futili: di ieri la notizia di quel signore di 53 anni che nel richiamare alla civiltà alcuni ragazzi che schiamazzavano, veniva ferito gravemente con la punta di un ombrello conficcata, da uno di questi ragazzi, nella testa.

Violenze inaudite che purtroppo non sono più appannaggio di organizzazioni, ma sono fenomeni di bullismo. Sempre di ieri il pugile dilettante che prima chiama scimmie due cittadini africani e poi davanti alle proteste di lui gli sferra un cazzotto mandandolo in coma. Eppure oggi queste notizie ci sfiorano e spesso giriamo pagina del giornale che le riporta concentrandoci magari sugli alimenti che Silvio Berlusconi passa alla sua ex moglie.

Tutto questo però diventa prioritario quando ad essere coinvolti siamo noi. Ecco perché assieme a Manuela Trombetta titolare del portale “Il blog di Pallard” ed Alessia De Falco di “portale bambini” abbiamo deciso di condividere tutti i post che in qualche modo interessano la sfera degli adolescenti creando una sorta di catena di comunicazione finalizzata da una parte a raccontare queste tristi storie, dall’altra ad aiutare, attraverso articoli ad hoc, i genitori nel difficile compito educativo dei propri figli.

Chi volesse potrà quindi postare commenti, racconti o altro nella pagina (sotto Mondo Social) che abbiamo istituito nel nostro portale dal titolo: “serenità”.

Vi risponderemo direttamente attraverso commenti, invitando a rispondere esperti o semplicemente mettendo a disposizione le vostre esperienze ad altri genitori che potrebbero trovarsi nella vostra stessa situazione.

Raccontateci le vostre storie, aiutate gli altri genitori ad aiutare i propri figli che si sono trovati in situazioni difficili: facciamo anche noi un po’ di comunicazione sociale.

About Leonardo Aberti

Del 1956, libero professionista che ama la comunicazione sopratutto via web. TRAINER emozionale, opinionista e innovatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WordPress spam blocked by CleanTalk.